Home Su Commenti Sommario Ricerca

                              Bruno da Osimo
 Su

 

Home
Su
Chi è Idilio Dell'Era
Cronologia-Biografia
l'Associazione
Le prose
Le poesie
Idilio per i bambini
Il fondo
Bibliografia

Alcune xilografie di Bruno da Osimo

 

Bruno da Osimo (B. Marsili) (Osimo, 1888-Ancona, 1962) fu grande amico di Idilio Dell'Era e suo corrispondente per diversi anni. Incisore, grafico, poeta, scrittore. Bruno Da Osimo si distinse soprattutto nella xilografia.

Pubblicò: Le aquile feltresche, Urbino, 1927; Augusta: ricordo autobiografico, Ancona, 1955; Grani d'incenso, Castelplanio, 1955; Sonetti a S. Chiara, Milano, 1961. Inedito il romanzo autobiografico La Fornace.

Ebbe una vastissima produzione, ospitata in molte gallerie italiane ed europee.

Nel 1984 venne posta la sua erma a Piazzanova.

 

 

Alcune xilografie di Bruno Da Osimo

Corrispondenza di Bruno Da Osimo (Sunto dell'argomento)

Parla soprattutto di sé. Scrive che Laterza dice che "Bruno incide i suoi legni come Iacopone componeva i suoi canti".

Per aver disegnato per Laterza 500 motivi di testate e finali. (Bruno) "In tempo di diavoli sa fare cose d’Angeli"

Egli (Giuseppe Laterza) –scrive Bruno – poveretto soffrì molto per il fascismo essendo il tipografo di Croce.

L’articolo di Dell’Era su di lui- scrive Bruno- "E’ un fiore d’oro che mi offri, è una stella che si è accesa nella

mi costellazione; è un atto della tua alta bontà o fratello d’anima". Il dattiloscritto che gli ha mandato

spera di farlo pubblicare a S.Damiano nel foglio omonimo.

  14 Magio 1948- Caro Idilio mi giunge il tuo fresco "foglio di viaggio del quale mi parlasti nel sole di Lucerna. Lo recensirò…

[Per il resto parla molto di sé, dei suoi sonetti che ha letto anche al vescovo di Montepulciano suo ospite e infine ne trascrive alcuni..]

18 Maggio 1955-- Ho letto ora il tuo articolo su Umani e me (sic!) [ Parla di sé e del suo libretto di poesie Salmi al Signore] "Forse è il fiore della mia poesia e non vedo l’ora che sia pronto per fartene un dono". "Se vorrai giudicarli scrivendoci su o per la nostra Rinascita Artistica o per altre riviste, segnalandomele, ne avrò piacere. Vorrò poi farli tradurre in francese e in tedesco per poterli avere stampati fuori ma vorrei sperare soprattutto che qualcuno facesse sua l’edizione, perché questa è fuori commercio per i soli conoscenti e ne venderò solo 2-300 copie. [seguono due fogli pieni di sue poesie]
Da Oronzo (luogo di villeggiatura) 12 Agosto 1955 . Ha parlato di Dell’Era con senesi. "Presto riceverai i miei Salmi… Non vedo l’ora che tu l’abbia come massimo dono del mio cuore.

Umani, che domani parte per una gita a Vienna, mi ha detto "Con questo libro tu Bruno entri nella letteratura italiana", e quindi immagina con quale ansia e desiderio io attenda fra tutte la tua recensione. E mi sarà caro ricevere il tuo libro. ..Sto scrivendo anche il romanzo bello della mia vita in cui mi sarai vicino nel ricordo e nell’amore. Prega che un editore lo apprezzi e me lo stampi un giorno. Ma vorrei un nobile editore.

Penso che mia moglie con la sua cultura e mia sorella con la sua bontà mi siano state accanto. Lavoriamo a gloria di Dio o buon seminatore. Firmato "Io Bruno lebbroso e povero: ricco solo di stelle". Riporta alcune delle sue poesie [scolastiche]

Da Ancona -10 Novembre 1955 "Leggo d’un fiato le tue "Voci e lamenti" e ne sono penetrato fino in fondo al cuore"

"Nel mondo poetico hai immagini e voci e movenze tutte tue , uniche e inconfondibili e in te lodo Iddio e tua madre che ti crebbero alla poesia e alla luce, della fede e alla stellare luce dell’amicizia o viandante che vai per il mondo con la tua cornamusa!".

Per il resto parla di un progetto di un proprio romanzo nel quale – scrive- "Vorrò parlare di te e dei nostri incontri a Roma a Lugano ad Assisi ed inserire poi tale capitolo nel mio romanzo dove dirò di tutte le creature assetate di poesia da me incontrate per le vie del mondo".


 

Home ] Su ]

Inviare a prof@francescorossi.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Copyright © 2008 Fondazione "Idilio Dell'Era" Don Martino Ceccuzzi (1904-1988)
Ultimo aggiornamento: 23-02-17